Aggiungi colori con le dominanti secondarie

Continuiamo con le variazioni che possiamo applicare alla progressione I-VI-II-V in Do maggiore.

In questa lezione ti voglio parlare delle dominanti secondarie, per dominante si intende l’accordo di settima costruito sul quinto grado della scala maggiore che ci porta alla fondamentale. 

Dal momento che in una scala c’è un solo accordo di dominante questo è utilissimo per capire la tonalità di un brano, infatti è sufficiente che conti una quarta sopra per individuarla.

Ad esempio se ho un accordo di G7 la tonalità è Do (maggiore o minore), se invece ho un accordo di A7 la tonalità è Re e con l’accordo di B7 la tonalità è Mi. 

Fin qui tutto facile, spesso però negli standards troviamo anche accordi di settima chiamati dominanti secondarie che non ci danno la tonalità ma hanno una funzione di abbellimento e arricchimento dell’armonia del brano.

Il principio è che qualsiasi accordo può essere preceduto da un accordo di settima che dista una quinta sopra, se applichiamo questa regola alla progressione I-VI-II-V in Do maggiore l’accordo di Amin7 può essere proceduto dall’accordo la cui fondamentale si trova una quinta sopra ovvero E7. In questo caso E7 è la dominante secondaria di Amin7. 

Anche l’accordo di Dmin7 può essere preceduto dalla sua dominante secondaria, se contiamo una quinta sopra la nota Re abbiamo il La quindi la sua dominante secondaria è A7.

Suonando quindi il turnaround abbiamo questa progressione:

Ciascuno degli accordi della  progressione I-VI-II-V può essere sostituito dalle sue dominanti secondarie, quindi il Amin7 viene sostituito dal A7, il Dmin7 dal D7 e abbiamo perciò questa progressione:

Come abbiamo visto in un mio precedente video, l'accordo maggiore può essere sostituito da un accordo min7 la cui fondamentale si trova una terza maggiore sopra , di conseguenza al posto del Cmaj7 inseriamo la dominante secondaria di A7 e così abbiamo questa progressione 

CONCLUSIONE

Come si è visto l’uso delle dominanti secondarie ci aiuta a dare ulteriori colori alla nostra progressione, infatti sono utilizzati in tutti i generi musicali, perciò saperli riconoscere e usare è di fondamentale importanza. 

Ora tocca a te esercitarti, inizia a trasportare la  progressione I-VI-II-V in tutte le tonalità utilizzando le sostituzioni che ti ho proposto e soprattutto divertiti!

Due parole sull'autore

Pierpaolo

Pierpaolo è un chitarrista, compositore e didatta jazz con più di 40 anni di esperienza con lo strumento. Si è esibito in numerose rassegne, ha registrato tre dischi jazz con sue composizioni originali ed uno in omaggio alla musica di Stevie Wonder.

Pensieri sull'articolo?

{"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}

Altri articoli che potrebbero interessarti:

>