La Scala Maggiore

In questa lezione parliamo di teoria musicale, attraverso la costruzione della scala maggiore.

La teoria non deve sostituirsi alla pratica ma deve integrarla, conoscerla ci aiuterà a consolidare la nostra tecnica musicale e in ultima analisi ad esprimere con sempre maggiore chiarezza le nostre emozioni attraverso la musica.

La scala maggiore è anche chiamata diatonica e si costruisce partendo dalla scala cromatica.

La scala cromatica è formata da dodici note equidistanti fra loro comprese all'interno di un ottava.

La scala cromatica è compresa all'interno dei primi dodici tasti della chitarra, e la ritroviamo su ciascuna corda. Partendo dalla nota Do abbiamo quindi la scala cromatica ascendente:

Do, Do#, Re, Re#, Mi, Fa, Fa#, Sol, Sol#, La, La#, Si.

...e discendente:

Si, Sib, La, Lab, Sol, Solb, Fa, Mi, Mib, Re, Reb, Do

Come si può notare non abbiamo nessun semitono che separi le note Mi-Fa e Si-Do.

La scala maggiore è formata da sette note che mantengono sempre la stessa sequenza:

Tono-Tono, semitono, Tono, Tono, Tono, semitono. (il tono è formato da due semitoni)

La scala di Do maggiore sarà quindi:

Do . Re . Mi Fa . Sol . La . Si (Do)

Ciascuna nota viene identificata da un nome e  da un numero romano che viene chiamato grado:

Tonica(I), Sopratonica(II), Modale(III), Sottodominante(IV), Dominante(V), Sopradominante(VI), Sensibile(VII), Tonica(VIII)

Nel trasportare in un'altra tonalità devi mantenere quindi gli stessi rapporti tra i gradi, nella tonalità di Re maggiore avrai quindi:

Re . Mi . Fa# Sol . La . Si . Do# (Re)

Naturalmente gli stessi rapporti dobbiamo mantenerli anche quando siamo in un tonalità che usa i bemolle:

Fa . Sol . La Sib . Do . Re . Mi (Fa)

Ora naturalmente devi trasportare la scala maggiore in tutte le altre tonalità, e ricordati  di cantarla mentre la suoni, ti aiuterà ad interiorizzarla.

Due parole sull'autore

Pierpaolo

Pierpaolo è un chitarrista, compositore e didatta jazz con più di 40 anni di esperienza con lo strumento. Si è esibito in numerose rassegne, ha registrato tre dischi jazz con sue composizioni originali ed uno in omaggio alla musica di Stevie Wonder.

Pensieri sull'articolo?

  • {"email":"Email address invalid","url":"Website address invalid","required":"Required field missing"}

    Altri articoli che potrebbero interessarti:

    >